Alessia Maggio 

Architetto Alessia Maggio, AMAART

Alessia Maggio, Arch. PH.D.

2015 fonda AMAARTŽ architects

L’architetta italiana Alessia Maggio si è laureata in architettura presso l’UniversitĂ  della Sapienza. Consegue il titolo di Dott. di Ricerca, Progettazione e Composizione Architettonica, anno 2010. Dal 2020 chartered member of Royal Institute of British Architects RIBA. Nel 2021 fonda la AMAART Srl – SocietĂ  di Architettura e Ingegneria.

2004 – 2014

Consegue la Laurea in Architettura presso l’Università di Roma, La Sapienza, nell’anno 2004. Inizia la formazione accademica come assistente alla didattica dall’anno 2005 fino al anno 2014, periodo nel quale, vince la Borsa di studio per il Dottorato di Ricerca in Architettura e Composizione, presso l’Università di Roma, La Sapienza, Dipartimento di Architettura e Progetto, DìAP. La tesi di dottorato affrontava il tema del Non-finito in architettura, L’Opera Aperta: l’architettura aperta alla trasformazione, 2010, sotto il coordinamento del Prof. Arch. Valter Bordini. Nei primi anni di assistenza alla progettazione lavorerà ai disegni illustrati a mano libera per il testo Ventuno parole per l’Urbanistica, pubblicato con Carrocci Editore 2008, all’interno del Corso di Urbanistica I coordinata dalla Prof.ssa Arch. Claudia Mattogno, Università di Ingegneria Civile ed Architettura Roma, La Sapienza, con sede in San Pietro in Vincoli, Roma, Italia.

QUALIFICATIONS
  • PhD. In Architecture. Theory and Project, DiAp, University of Architecture, La Sapienza, Rome, Italy
AFFILIATIONS
  • Member of “Ordine degli Architetti di Roma” Accreditation for professional practice in Italy (2004)
  • AIAC Italian Association Architecture and Critic
  • AIDIA Italian association of woman architects and Ing.

SPECIALISATION
  • Public space designer and Project of architectural facade

2015

Vince il Primo Premio per il Concorso Internazionale di Idee, Parco del Colle Bellaria una nuova Antenna Landmark per Salerno. Nello stesso anno continua la partecipazione ai concorsi internazionali e nazionali, dove vince il primo premio ex equo per un allestimento di una piazza a Salerno, nell’ambito del Concorso, Ombre d’Artista Salerno 2013. Partecipando a numerosi concorsi di architettura internazionali, fra i quali l’Europan 12 con una proposta per la riqualifica della Stazione di Venezia Mestre, progetto pubblicato dal comune di Venezia, ed esposto a Venezia nell’ambito della premiazione ufficiale.

2016

Progetta e realizza la sua prima Opera Architettonica, nell’ambito dei programmi d’intervento di restyling della Linea Ferroviaria Italiana (FS) come il Restyling della Stazione di Vigna Clara sita in Roma, anno 2015-2016. L’opera vince il Primo Premio, con il Global Architecture and Design Award 2018, First Award e il Primo Premio nell’ambito del concorso Re-thinking The Future, India; vincitore nello stesso anno del Premio per the Iconic Architecture Award 2018, Monaco-Germany.

2017 – 2018

Realizza i progetti di Restyling della Stazione di Gemelli-Cesano-La Storta e Valle Aurelia, Roma. Nell’ambito di riqualifica architettonica della tratta FL3 e del progetto più ampio progetto di riqualifica delle 620 stazioni italiane bandito dalla Rete Ferroviaria Italiana-RFI, per la valorizzazione del territorio e l’abbattimento delle barriere architettoniche nell’ambito del progetto di miglioramento dell’accessibilità delle stazioni e dei servizi per l’utente.

2018

Le opere ed i progetti dello studio avranno l’onore di essere esposti durante la Biennale d’Architettura del 2018, su invito su invito della fondazione olandese GAA Foundation, Nel tema Personal Structures, Venezia, Italy, 2018.

2019

Realizza opere come il Restyling della Stazione Marina di Cerveteri, Roma un nuovo tratto di progetto che interessa la Linea FL5. Vincitore del premio Global award for architetture and Design anche il progetto di Riqualifica della Stazione Valle Aurelia Roma ed il International Award 2019 sempre per la Stazione di Valle Aurelia, Roma. Lo studio Amaart sarĂ  premiato con il Leading Design award-Italy Most Innovative Practice del 2019 assieme ad altri premi internazionali prestigiosi.

SELECTED PUBLICATIONS
  •  ‘Nuovi architetti italiani, Alessia Maggio’. I PROFILI DI LPP a cura di Luigi Prestinenza Puglisi of ioArch 86
  • Il magazine degli architetti. The Italian architects and designers magazine, pp. 58-64, Milan, 2020.
  • ‘Alessia Maggio’. TIME SPACE EXISTENCE – European Culture Centre, Venice, 2018.
  • ‘Nuova stazione di Vigna Clara. Una stazione come memoria urbana’. ar ARCHITETTI ROMA, n.119, Consiglio dell’ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia, pp. 100-103, Rome, 2017.

Architetto Alessia Maggio, AMAART